Dopo l’uscita della versione 2 della regolamentazione Enac in materia di APR abbiamo appreso le nuove possibilità per operare offerte dall’Ente Nazionale per l’aviazione civile.

In particolare si è posta grande attenzione ai mezzi di o inferiori ai 2 kg di peso massimo al decollo. Infatti con questi mezzi, tutti gli scenarsi delle operazioni si configureranno come NON CRITICI, a patto che per questi siano stati riconosciuti criteri di inoffensività, quindi non con tutti i mezzi di questo peso sarà possibile ad esempio il sorvlo di aree urbane.

Ad oggi non sono ancora a disposizione le linee guida di ENAC in merito a queste caratteristiche ma sicuramente verranno a breve emanate.

Nel frattempo Dronezone stà sviluppando un progetto che potrebbe essere valido in tal senso secondo i propri criteri ritenuti accettabili e la propria esperienza nel settore ed eventualmente apporremo le dovute modifiche.

Sicuramente questo apre nuove prospettive di lavoro, con meno limitazioni e quindi in più settori e scenari diversi fin ora quasi inviolabili.

Per i mezzi invece di o inferiori al 300 gr. saranno dipersè considerati con queste caratteristiche di inoffensività, a patto che non possano superare i 60 km/h.

Realizzare un mezzo di questo peso che possa svolgere un operazione specializzata e quindi lavoro professionale è difficile ma non impossibile, anche in questo caso stiamo cercando una soluzione alla portata di tutti.

Chiaramente per entrambe le tipologie di mezzi bisognerà predisporre la manualistica prevista  a seguito di una fase sperimentale come per i classici APR <25

Quindi traendo le conclusioni possiamo ritenerci soddisfatti di queste nuove possibilità, c’e’ ancora molta strada da fare ma il settore promette veramente grandi cose.