Agricoltura di precisione con droni: ottimizzazione totale ai massimi livelli

I droni professionali si sono rapidamente guadagnati lo status di apparecchiature insostituibili, per l’attività di monitoraggio delle colture agricole su fondi estesi. Inquadrature dall’alto precise e affidabili, ottenute mediante l’impiego di dispositivi di acquisizione sofisticati e innovativi, permettono di avere un punto di osservazione privilegiato sullo stato della coltura. I materiali prodotti durante le fasi di ripresa con drone, diventano fondamentali strumenti decisionali, sui quali si basano azioni volte ad ottimizzare il raccolto e i profitti che ne derivano, minimizzando invece sprechi di risorse e impiego di prodotti chimici.

Fare ricorso ad un drone significa poter ricevere, in tempo reale, una panoramica fedele dall’alto che riporta lo stato della coltura. Le immagini permettono anche di rilevare la presenza di eventuali infestazioni o di patologie che possono colpire il raccolto.

Le riprese diventano importantissime in ogni fase del ciclo vita della produzione agricola. Sulle informazioni da loro fornite si possono ottimizzare le attività di irrigazione o di potatura e decidere eventuali interventi mirati a limitare l’incedere di un’infezione potenzialmente dannosa.

Utilizzando immagini e mappe aeree del fondo agricolo, inoltre, è possibile pianificare ottimizzazioni future che riguardano la disposizione delle coltivazioni o la posa dei fertilizzanti.

L’agricoltura di precisione è oggi possibile al centimetro, anche per aziende che hanno budget contenuti. La tecnologia introdotta dai moderni droni, infatti, ha un costo nettamente inferiore se paragonata agli investimenti che, fino a poco tempo fa, erano necessari per ottenere foto ad alta risoluzione e mappe dettagliate di un fondo agricolo.

La tecnologia è una variabile di sempre maggiore impatto nell’universo della moderna agricoltura. Le strumentazioni più all’avanguardia fanno spesso la differenza nella sfida con i competitor italiani e internazionali.

Il raccolto è ancora frutto di un’antica arte che si fonda su metodologie tradizionali ma ad esse vanno necessariamente uniti fattori di innovazione, per poter ottenere risultati di eccellenza, soprattutto in ambito di agricoltura BIO, dove l’impiego di sostanze chimiche viene limitato al minimo e la cura delle colture si ottiene anche attraverso una meticolosa attività di monitoraggio.

Drone Zone mette a disposizione degli imprenditori agricoli i droni tecnologicamente più avanzati del momento, superiori per manovrabilità, dispositivi di sicurezza e autonomia. I droni professionali hanno batterie con autonomia di massimo 25/30 minuti, mentre le nostre apparecchiature volano per oltre 45 minuti, garantendo la piena efficienza e un risparmio in termini di tempo, oltre che economico.

Specialista del settore, Drone Zone offre anche diversi servizi personalizzati di supporto tecnico, legati all’impiego del drone. L’azienda organizza, inoltre, corsi e sessioni speciali di formazione, riservati a chi desidera acquisire tutte le conoscenze necessarie per poter utilizzare il proprio drone in autonomia, diventando operatore certificato.

Soluzioni tecniche all'avanguardia, per agricoltura di precisione con droni

Il monitoraggio delle aree coltivate può essere fatto con droni di ultima generazione, controllati in remoto. L’azione garantisce una copertura totale della coltura e, attraverso l’impiego di speciali telecamere multispettrali HD, permette di avere misure precise ma anche un punto di vista privilegiato e attendibile su variabili fondamentali come lo stato di salute del raccolto e la presenza di eventuali patologie in corso.

I droni utilizzati per sessioni di volo possono avere caratteristiche diverse a seconda delle necessità. APR ad ala fissa o SAPR multirotore garantiscono tutta la stabilità necessaria per sfruttare appieno il potenziale delle telecamere multispettrali. Queste apparecchiature leggere hanno un sensore ad alta risoluzione che acquisisce le lunghezze d’onda dell’infrarosso e dello spettro visibile, rispettivamente fino a 920 nm e 520 nm. Il risultato è rappresentato da immagini multibanda, utili per la realizzazione di mappe affidabilissime, indispensabili per chi gestisce grosse estensioni di terreno coltivabile.

Le operazioni di monitoraggio continuativo, mirate a seguire le fasi evolutive del raccolto, possono essere impostate anche in modalità automatica, grazie al GPS integrato nei droni che serve, inoltre, ad attribuire una precisa georeferenziazione alle immagini acquisite.

Gli attuali sistemi tecnologici di monitoraggio per agricoltura di precisione con droni associano videocamere HD a colori alle telecamere multispettrali, per offrire agli operatori la possibilità di comprendere sempre esattamente quale sia il punto inquadrato. Le operazioni vengono seguite in tempo reale dagli appositi monitor, grazie ad una funzione live view che consente la visualizzazione in alta definizione sia dei fotogrammi acquisiti dai dispositivi multispettrali, sia delle immagini che arrivano dalla camera a colori che fa da puntatore.

Droni per agricoltura di precisione: una serie di vantaggi a cui è impossibile rinunciare Le aziende agricole del nuovo millennio affrontano ogni giorno nuove sfide e i droni per l’agricoltura di precisione sono uno degli strumenti più innovativi ed efficaci, per permettere loro di distinguersi dalla concorrenza e avere raccolti sempre più abbondanti a costi ridotti.

I droni con telecamere multispettrali possono operare in diversi momenti della giornata, utilizzano la tecnologia a infrarossi e hanno bisogno di poche risorse per essere pienamente operativi.

Il GPS permette loro addirittura programmi di volo automatici quando, prima dell’introduzione dei droni, le riprese aeree di un fondo agricolo potevano essere realizzate solo facendo ricorso ad elicotteri e ad operatori specializzati che avevano un costo di gran lunga maggiore.

Grazie alla riduzione delle spese, anche alle aziende medie e piccole che provano a distinguersi nel settore dell’agricoltura biologica, è data la possibilità di avere una precisa e frequente diagnostica dello stato di salute delle coltivazioni.

I droni, inoltre, con le loro batterie elettriche non sono in alcun modo invasivi, non producono inquinamento acustico e, soprattutto, atmosferico, rispettando la natura prima ancora di aiutarla nel suo processo di produzione di frutti di qualità.

Affidatevi all’esperienza Drone Zone e contattateci, per ricevere una consulenza e un preventivo sul drone che sia in possesso delle caratteristiche tecniche più idonee a soddisfare le vostre esigenze.